La proprietà di sintesi e lo Spoiler Alert!

Nell’era digitale anche i “pensieri” non possono essere infiocchettati dentro ad una bella scatola. Così questo blog è un omaggio al tempo; che sebbene non si possa purtroppo regalare o prestare a chi non ce l’ha, può essere speso in maniera efficiente. Nel 1931 Ernesto Bignami fondò la sua Casa Editrice e studenti eternamente grati…

Faccio i bagagli! Mi trasferisco

Volevo da tanto fare un salto di qualità e immergermi completamente nel mondo dei blog. Farlo bene e avere gli strumenti giusti per provarci con gusto e soddisfazione. Mi trasferisco, non molto lontano a dire la verità sul sito: http://www.6recensito.it , lavorerò sodo per migliorare le mie competenze tecniche al momento in completo aggiornamento! Stay tuned!…

Storia di una capinera (G.Verga)

Ci sono 3 cose che non mi piacciono nel modo più assoluto 1.la gelatina, 2.il fegato, 3.gli uccelli. Penso che se fossi obbligata, sotto tortura o morta di fame, potrei essere in grado di mangiare sia il fegato che la gelatina; ma mai e poi mai potrei trovarmi in una stanza chiusa a tu per…

Resto qui (M.Balzano)

A guardarlo da vicino questo libro potrebbe essere riassunto semplicemente citando il titolo, a cui forse solo per mettere un’impronta aggiungerei il pronome personale: Io resto qui. L’autore ci racconta una storia: quella di Trina, una ragazza che vive a Curon paesino del Sudtirolo, italiano solo per confini geopolitici, che studia per fare la maestra…

Le stanze dell’addio (Y.Selvetella)

Ho fatto tante premesse in queste recensioni che ho scritto, alcune superflue. Questa però è d’obbligo. Mi affaccio a questo libro a 18 giorni dalla scomparsa di mio papà, leggo il titolo e lo scelgo apposta, forse per trovare negli scritti di qualcun altro una spiegazione ad un evento completamente inatteso, forse per ricevere da…

Una storia semplice (L.Sciascia)

Una storia semplice è un racconto complesso di 66 pagine, che scorre veloce e accompagna perfettamente quel tempo che va da quando hai finito di mangiare a quando arriva l’ora di andare a dormire. Un dopo cena che fa meglio del digestivo, al fegato di certo. Il protagonista è un brigadiere, che trova un cadavere…

Burundanga (A.Raschellà)

La Burundanga è una droga che colpisce tutti gli strati sociali e gli individui senza distinzione di età, sesso, razza, etnia; in questo è molto democratica. Il primo capitolo del romanzo ci proietta nel 2084 in un paese dell’Aspromonte in una realtà apocalittica in cui convivono essenzialmente due categorie di persone: quelli che si fanno…

San Jordi, i libri e le rose

Credo che in Italia non si dia molta attenzione a San Giorgio, o almeno di solito quando se ne parla il commento è: “San Giorgio? Chi è pure? Quello del Drago?”, almeno lui è ricordato epicamente, ci sono santi e martiri a cui tocca rimando ben peggiore: Santa Lucia a cui hanno strappato gli occhi,…

Tempo da elfi (F.Guccini, L.Macchiavelli)

Non ho mai fatto mistero di quanto mi piacciano i personaggi che “a volte ritornano”,  nei libri ritrovo sempre con piacere l’avvocato Guerrieri di Carofiglio, il Commissario Montalbano di Camilleri, e non fanno eccezione il Maresciallo Santovito e Poiana di Guccini e Macchiavelli. Ancora una volta un romanzo che si svolge sull’Appennino tosco-emiliano in un…

Il vecchio e il mare (E.Hemingway)

Non c’è bisogno di valutare l’autore perché il Premio Pulitzer lo valuta da solo. E’ uno di quei libri in cui prima o poi ci imbattiamo tutti, forse dietro ai banchi di scuola o forse sbattendo sulla mensola della camera da letto, forse per questo non può passare inosservato. La storia è semplice: un pescatore solo…

Solo bagaglio a mano (G. Romagnoli)

Due cose fanno, per me, di questo libro una bella lettura: Mi è stato regalato per il mio compleanno da un’amica, che il che già costituisce un valore aggiunto. Sono una fan del bagaglio a mano. Più dello zaino che del trolley soprattutto perché non lo devi sollevare in corrispondenza dei gradini. Ad ogni modo,…

Il Simpatizzante (V. Thanh Nguyen)

In questo periodo ho due fissazioni: la Guerra del Vietnam e i Premi Pulitzer, non necessariamente in questo ordine ma poco cambia. La Guerra del Vietnam, perché fa parte di un programma scolastico di quinta liceo che di solito, se sei fortunato si affronta alla fine di maggio, quando i quadrimestri sono finiti, i voti…

Le otto montagne (P.Cognetti)

Premetto che un libro che riporta in copertina una (o più) montagne, difficilmente mi lascia indifferente. Sarà per il forte legame che ho con le cime, sarà perché è nel mio DNA. Quando poi scopro che il romanzo è ambientato sulle montagne piemontesi, non c’è neanche da pensarci: il libro va letto! Ha vinto il…

Il barone rampante (I.Calvino)

Un ragazzo decide di salire sull’albero e di non scendere mai più. All’inizio tutti pensano che scenderà, che sarà solo un litigio tra padre e figlio, ma dopo qualche tempo la situazione non si risolve e Cosimo continua, per volontà propria a rimanere sugli alberi, prima intorno al giardino di famiglia e poi all’ esterno:…

La regola dell’equilibrio (G.Carofiglio)

Forse si è già capito dai titoli riportati in questa breve lista: ebbene sì, ho una passione per gli avvocati, i marescialli e i commissari. Per tutti quei soggetti narrativi a cui è facile affezionarsi e che ritrovi in più libri, come incontrare una persona di cui hai un buon ricordo dopo tanto tempo. Sempre…

Fuga sul Kenya (F.Benuzzi)

Felice Benuzzi nel 1941 è funzionario coloniale italiano ad Adis Abbeba, quando la città viene conquistata dai britannici e lui è catturato e inviato in un campo di concentramento allle pendici del Monte Kenia. Dopo un lunghissimo periodo di nullafacenza, una mattina scorge tra le nuvole le guglie della famosa montagna e gli viene un’idea…

Cosa tiene accese le stelle (M.Calabresi)

Cosa tiene accese le stelle? La speranza. Quante volte ho sentito dire “non ci sono più i lavori di una volta”, “ai miei tempi..” “una volta era diverso”.. Ecco appunto una volta era diverso. Il succo è proprio questo. Credo che se potessimo fare un’intervista virtuale agli uomini del passato, potremmo andare indietro fino a…

Una seducente sospensione del buon senso (G.Storti,F.Rossi)

Il protagonista numero 1 si chiama Gilberto. Che non è un nome da personaggio eroico, piuttosto da impiegato del fisco. E forse anche per questo non puoi non simpatizzare per Gilberto, così abitudinario eppure così fuori dal comune, dopo le prime 3 pagine. Ma andiamo con ordine: Gilberto è un uomo di cinquant’anni sopravvissuto ad…

La metamorfosi (F.Kafka)

Ho vissuto per un periodo con una ragazza pugliese la cui massima espressione di disgusto era IACH! Per essere sintetica al massimo l’unico commento che mi ispira questo libro è solo IACH! Gregor, il protagonista, una mattina si sveglia e si scopre trasformato in un gigantesco insetto. Tutto il libro ruota attorno ai tentativi di…

Io uccido (G.Faletti)

La prima cosa da fare per leggere questo libro è accendere la luce ed essere certi che ci sia qualcuno in casa che di solito non ha istinti omicida. Diciamo che la copertina non preannuncia un romanzo “leggero” e si capisce anche dalle dimensioni del volume a cui inizialmente pensavo facesse riferimento il titolo, perché…

Shantaram (G.D.Roberts)

Diciamo subito che se metti sullo stesso scaffale Shantaram e I pilastri della terra devi quanto meno assicurarti che sotto non ci sia un vaso di cristallo. La prima difficoltà reale è tenerlo in mano e leggere la pagina sinistra senza schiacciarsi una mano sotto il peso delle parte destra. La seconda è che se avete…

La parola immaginata (A.Testa)

Ogni volta che devo pensare ad un titolo efficace per un campagna, penso a cosa scriverebbe Annamaria Testa al mio posto. Sono poche le persone che sanno scrivere un libro educativo di comunicazione che davvero significhi qualcosa. Paradosso? Può essere, eppure ne trovi tanti con nozioni più o meno banali, pochi esempi pratici e molta…

L’eleganza del riccio (M.Barbery)

Premetto che i saccenti non mi sono mai piaciuti e Paloma non fa nessuna differenza. Paloma ha dodici anni, asserisce risposte da Treccani, giudica gli altri tutti degli inetti ignoranti e il giorno del suo compleanno decide che si sarebbe tolta la vita prendendo dei sonniferi e dando fuco alla casa dove vive per far…

Oceano Mare (A.Baricco)

Onde che si susseguono scandite dal tempo, un battito di ciglia che si ripete all’infinito, andata e ritorno in moto perpetuo. Il mare che prende tutto e restituisce i resti: la paura, l’amore, l’incertezza. Un contenitore di esseri e di essere. Ecco quello che ho capito di Oceano Mare: niente. E’ un libro meraviglioso, pieno…

La coscienza di Zeno (I.Svevo)

Personalmente è un libro da orticaria. Ti verrebbe da prendere il protagonista per il collo e scuoterlo fortissimamente nella speranza che torni in sé. Sempre personalmente, a differenza di Oceano Mare, che è un libro in cui non ho capito niente ma mi sono rifatta gli occhi di bellezza, questo è un volume in cui…

I pilastri della terra (K.Follett)

La dimensione del libro potrebbe scoraggiare anche gli audaci, grande più o meno come la Bibbia non si può non notare sulla libreria. Tuttavia se hai la fortuna di leggerlo sul Kindle non saprai mai il suo volume reale e lo spavento passerà in secondo piano. Se spesso si tende a diffidare di chi consiglia…

Il Conte di Montecristo (A.Dumas)

Immaginate di essere un giovane che ha sempre dovuto lavorare per vivere, di buone speranze e di ritorno da una missione per mare in cui è morto il capitano è voi siete, a dire di tutti, il leggitimo e degno erede. Pensate anche di avere una ragazza che vi aspetta per sposarvi e un padre…

Harry Potter (J.K.Rowling)

Non puoi leggere Harry Potter pensando di leggere un libro. Se vuoi leggere Harry Potter devi metterti comodo, avere del tempo davanti a te, mettere in conto di non avere più alcuna esigenza umana come mangiare, dormire o avere una vita sociale e leggere tutti i 7 romanzi. Ci vorrà circa 1 mese e mezzo….

Tango e gli altri (D.Macchiavelli,F.Guccini)

Questo libro è un’armonica ballata in cui si mischiano personaggi con soprannomi da battaglia. Il partigiano Bob è accusato dalla sua brigata di aver sterminato brutalmente una famiglia e questo mette a rischio la fiducia del paese nei combattenti. Così “La Garibaldi”decide di fare fuori Bob. Ma qualcosa non torna e viene chiamato il maresciallo…

La rete di protezione (A.Camilleri)

Leggo Camilleri e penso Montalbano. Penso Montalbano e vedo Zingaretti. E’ un trucco della tv, che impedisce ogni immaginazione rispetto ad un personaggio diverso da Zingaretti anche quando il testo è scritto e non a tutto schermo. Dopo le prime pagine in cui devi rimasticare un po’ la lingua prima di capirne il senso eccoti…

Il giro del mondo in 80 giorni (J.Verne)

Che si parli di un giro del globo in un tempo prefissato era chiaro anche senza aprire il libro. Quello che piuttosto sfugge è perché la maggior parte delle copertine ritragga una mongolfiera con due uomini a bordo, quando l’unico mezzo di trasporto che non viene utilizzato è proprio questo. Evidentemente anche 1873 conoscevano le strategie…

Anna Karenina (L.Tolstoy)

Se ti piacciono i classici questo libro non può mancare sulla tua libreria. Se ti occorre qualcosa da leggere nel momento del bisogno, questo volume non può mancare nel tuo bagno.. e se te lo stai chiedendo: sì, ci rimarrà a lungo. Fonte inesauribile di noia da un certo punto in poi, uno si chiede…